Archivi tag: Call of Duty

Il Tg1 e il terrorismo. Ovvero di come le cause cambiano in base al colore dei capelli dell’attentatore.

Ci risiamo. Un crimine raccapricciante come la strage di Utoya, la meglio gioventù Norvegese spazzata via da un mostro malato. Uno che probabilmente non sopportava di vedere i ragazzi del campeggio impegnati e felici e integrati con il mondo mentre … Continua a leggere

Pubblicato in Anche i Joystick nel loro piccolo s'incazzano, Ultime news dallo schermo, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

“Finché World of Warcraft non ci separi”

I tradimenti? L’educazione dei figli? Le invadenze della famiglia d’origine? La gestione del denaro? No, i videogiochi. Secondo Divorce Online, la dipendenza da mondi virtuali è la causa – più spesso una delle concause – del 15% dei divorzi inglesi … Continua a leggere

Pubblicato in I segni della fine del mondo, Ultime news dallo schermo | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Attentato all’aeroporto di Mosca. Come in Call of Duty

Più vero del vero. Purtroppo. Nel 2009, Call of Duty Modern Warfare 2 fu travolto dalle polemiche perché in una delle missioni prevedeva un attacco terroristico in un aeroporto russo. E il giocatore si trovava nei panni di un infiltrato, … Continua a leggere

Pubblicato in La guerra e la linea d'ombra, Ultime news dallo schermo | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Niente di nuovo sul fronte orientale

Brutti, sporchi e cattivi. Lo strapotere degli Usa nel campo dei videogiochi e gli strascichi della guerra fredda hanno fatto sì che i russi siano tra i cattivi digitali per eccellenza. Accanto ad alieni, zombie e arabi – new entries … Continua a leggere

Pubblicato in La guerra e la linea d'ombra | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

MW2: L’unico americano buono è quello vivo

La guerra descritta dai videogiochi, si sa, è ben lontana dalla guerra vera. In una sessione di America’s Army non troveremo braccia staccate, case date alle fiamme, bombe al fosforo. E tutti i villaggi saranno misteriosamente privi di civili. Ciò … Continua a leggere

Pubblicato in Anche i Joystick nel loro piccolo s'incazzano, Donne-neri-gay-immigrati-alieni: insomma quelli lì, La guerra e la linea d'ombra | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Call of Duty: “No russian”. Come irritare una superpotenza facendo strage di civili digitali

Nella maggior parte dei videogiochi di guerra, i civili non esistono. Si può sparare all’impazzata, avendo la certezza che non avremo un vecchietto o una bambina sulla coscienza. Lo scenario ricostruito può anche essere quello di una città reale, ma … Continua a leggere

Pubblicato in Buttiamola in politica, La guerra e la linea d'ombra | Contrassegnato , , , , , , , | 2 commenti