Tutto il necessario per giocare al Bunga Bunga

Sulle interpretazioni del termine  “Bunga Bunga” ci si è sbizzarriti. Festini hard, sostengono alcuni. Una pratica erotica libica, specificano altri, meglio informati. No – smentiscono dall’altra parte – solo una barzelletta spinta su Bondi. “Il Bunga Bunga sono io”, ha infine affermato l’attrice Serena Begn. “E’ un soprannome, perchè dicono che sono un po’ smimmiesca”.

Se nessuna di queste interpretazioni vi va a genio, da oggi ce n’è un’altra:  “Bunga Bunga”, anzi “Break free from Bunga Bunga” è ora un videogioco, che compare sulle pagine online dell’Espresso. Non un granché, in effetti. Un flash molto in stile Arkanoid, con un muro di mattonelle a forma di faccione di Ruby  (nei livelli successivi ci si scontra con le intercettazioni telefoniche, i giudici e i vescovi) da abbattere a colpi di Ghedini. Con il nostro presidente nel Consiglio nei panni della racchetta.

La schermata introduttiva del videogioco

Se invece volete qualcosa di più articolato, meglio optare per il gioco da tavolo. “Bunga-Bunga”, sottotitolo “l’unico gioco in cui vinci solo se Ruby” è stato creato dai comici toscani Gaetano Gennai e Davide Tafuni. In vendita per ora a Firenze e Roma, ha già toccato quota 5mila pezzi venduti. “Un gioco preferibilmente per adulti”, si spiega, con regole a metà tra il gioco dell’oca e quello della bottiglia.

"Bunga bunga": ill gioco in scatola

Informazioni su rossarossana

Milano, 1988. Ho cinque anni. Quando me lo chiedono, rispondo che da grande farò la giornalista. Il piano B è quello di riportare in vita i dinosauri. Nei circa vent’anni successivi colleziono una laurea in Editoria e Comunicazione Multimediale, una lunga militanza in Amnesty International e un master in giornalismo alla IFG/Walter Tobagi. Ora spero di poter coronare il mio sogno di sempre. Ai dinosauri penserò la prossima volta.
Questa voce è stata pubblicata in Buttiamola in politica, Ultime news dallo schermo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Tutto il necessario per giocare al Bunga Bunga

  1. sergio ha detto:

    giustamente ce chi cerca di sfruttare il momento LA DEFICENZA NON E’ IL BUNGA BUNGA
    ne tantomeno il gioco
    LA DEFICENZA E’ PROPRIA DI COLUI CHE COMPRE IL GIOCO

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...