Suicidarsi in ufficio per (video)gioco

Sressati in ufficio? Sfogatevi con un videogioco.
Sono stempre più numerosi in rete i giochini di tipo “Karoshi” termine giapponese che significa “morto per superlavoro”), il cui scopo è guidare il proprio personaggio verso la morte.
Come i “lemmings”, insomma, ma al contratio. In Super Karoshi l’ambiente è stilizzato, ma ci pensano calendari appesi al muro e graziose piantine d’appartamento a ricordarci che siamo in un ufficio. Nonchè la giacca e la cravatta indossate dal nostro piccolo morituro.
Una schermata di karoshi

Una schermata di Karoshi

“Perchè cerchiamo sempre di raggiungere l’uscita ed evitare gli spuntoni? Che noia! In Karoshi l’obiettivo è morire”, scrive lo sviluppatore dal nome, non proprio giapponesissimo, di Jesse venbrux.  Sessanta, complicatissimi livelli.
Nemmeno farla finita è sempre così facile.

Se non ne avete abbastanza, su Karoshigame.com trovate la serie completa.

Informazioni su rossarossana

Milano, 1988. Ho cinque anni. Quando me lo chiedono, rispondo che da grande farò la giornalista. Il piano B è quello di riportare in vita i dinosauri. Nei circa vent’anni successivi colleziono una laurea in Editoria e Comunicazione Multimediale, una lunga militanza in Amnesty International e un master in giornalismo alla IFG/Walter Tobagi. Ora spero di poter coronare il mio sogno di sempre. Ai dinosauri penserò la prossima volta.
Questa voce è stata pubblicata in Giochi che anche è meglio no, I segni della fine del mondo. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...