Cina: scrivi “armonizzazione”, leggi censura

Tenere in ordine un acquario, gestire un ristorante o far fare amicizia al proprio cucciolo. Giochi ormai diffusi tra gli utenti di Facebook ma anche tra quelli dei social network cinesi Qzone, Kaixin001e RenRen. Da tempo costrette a rispettare elenchi di parole vietate, alle tre maggiori reti sociali cinesi verrà imposto anche un codice di “armonizzazione sociale” per i giochi presenti al loro interno.

La lotta del governo ai “videogiochi asociali” ha avuto un picco questa estate, quando sono entrati in blocco nella lista nera tutti i titoli a tema mafioso. E’ poi continuata tramite una pesante campagna di diffamazione a mezzo stampa.

Una schermata di Happy Farm

Ad essere colpito soprattutto il gioco Happy Farm (presente anche su Facebook), in cui si gestisce una fattoria. E’ stata diffusa la falsa la falsa notizia che la disattenzione di un medico, troppo impegnato a giocarci durante l’orario di lavoro, avesse causato la morte di un bambino. L’applicazione viene anche accusata di distruggere i rapporti familiari.

Secondo TechCrunch, per evitare problemi, i produttori di applicazioni si stanno autocensurando. L’azienda che ha sviluppato Happy Farm  ha annunciato di aver volontariamente epurato il gioco. Non riuscendo a trovare altro da modificare, ha cambiato il nome di alcune delle azioni che i giocatori possono compiere: ora gli utenti non rubano più le pannocchie dei vicini di fattoria. Le “raccolgono”.

Informazioni su rossarossana

Milano, 1988. Ho cinque anni. Quando me lo chiedono, rispondo che da grande farò la giornalista. Il piano B è quello di riportare in vita i dinosauri. Nei circa vent’anni successivi colleziono una laurea in Editoria e Comunicazione Multimediale, una lunga militanza in Amnesty International e un master in giornalismo alla IFG/Walter Tobagi. Ora spero di poter coronare il mio sogno di sempre. Ai dinosauri penserò la prossima volta.
Questa voce è stata pubblicata in A proposito di censura..., Buttiamola in politica e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...